Civitavecchia dice NO alla pena di morte

Quest’anno più di 2000 città nel mondo illumineranno i monumenti principali ed organizzeranno eventi per dire No alla pena di morte.

Il Comune di Civitavecchia già tre anni fa ha ufficializzato con Delibera di Consiglio Comunale la sua adesione a Città per la Vita, un movimento mondiale di città che dicono NO alla pena di morte.

Giovedì 30 Novembre alle ore 18,30 di fronte all’ingresso del Forte Michelangelo, grazie all’autorizzazione e alla collaborazione della Capitaneria di Porto sempre sensibile alle richieste del territorio, si svolgerà una cerimonia pubblica, promossa dalla Comunità di Sant’Egidio in collaborazione con il Comune. Ci saranno interventi e testimonianze da parte della Comunità di Sant’Egidio, di attivisti che lottano contro la Pena di Morte alla presenza delle associazioni di volontariato. Tutti i cittadini sono invitati a partecipare per dare testimonianza della contrarietà alla pena di morte. La cerimonia si svolgerà nello stesso giorno in tutto il mondo in una sorta di abbraccio ideale con le tante Città per la Vita, da Roma al mondo intero.

Oggi sono ancora tanti i Paesi che, nel mondo, praticano la Pena di Morte. Un dato confortante, però, è sta crescendo sempre più il numero di Paesi nel mondo che aderiscono alla moratoria per sospendere questa pratica disumana o la aboliscono dalle loro Costituzioni nazionali. Il Presidente della Comunità di Sant’Egidio Marco Impagliazzo ed il Sindaco di Civitavecchia Antonio Cozzolino nell’intento di sensibilizzare i cittadini su una delicata ed importante tematica, auspicano la sempre maggiore crescita di un movimento mondiale che convinca i Paesi che ancora mantengono la pena capitale nel loro ordinamento, ad abolirla.