Enti intermediati – Adesioni

Nodo dei pagamenti dell’area metropolitana di Roma Capitale – pagoPA

La sezione nodo dei pagamenti messa a disposizione dall’area metropolitana di Roma – pagoPA è diretta ai Comuni che, come Civitavecchia, hanno scelto o vogliono scegliere l’ente metropolitano come Intermediario Tecnologico del sistema dei pagamenti elettronici pubblico pagoPa.

Le pagine contengono informazioni dettagliate sulle caratteristiche della piattaforma dei pagamenti utilizzata dalla Città metropolitana; la sezione illustra l’intero processo di attivazione, dall’adesione fino alla messa in esercizio del portale dei pagamenti pagoPA e un breve riepilogo delle fonti normative.

Sono in corso di realizzazione ulteriori pagine di questa sezione, che saranno messe presto in visione.

 

La strategia – Comunità di Enti

La Città metropolitana di Roma Capitale, a seguito di un’attività di comparazioni di soluzioni tecnologiche operanti in altri Enti pubblici, ha scelto di acquisire in riuso gratuito il software della Piattaforma MyPay della Regione Veneto ai sensi dell’art. 68 e 69 del Cad. (Delibera n. 43 del 23/05/2016 del Consiglio metropolitano).

Oltre a vantaggi immediati (piattaforma già attiva e testata da diversi enti), nel medio periodo particolari benefici saranno realizzati dal fatto che intorno a tale piattaforma si è costituita una comunità di enti riusanti composta da Regione Veneto, Città metropolitana di Roma Capitale, Regione Puglia, Regione Campania, Provincia Autonoma di Trento, Regione Lombardia e Comune di Venezia. Detta comunità si pone come obiettivo la condivisione e l’adeguamento della piattaforma ai nuovi standard tecnologici, che saranno richiesti in futuro da AgID, al fine di realizzare sviluppi evolutivi e beneficiare di economie di scala in un’ottica di circolarità delle informazioni e razionalizzazione dei costi e delle risorse impiegate; la Città Metropolitana di Roma Capitale è divenuta parte integrante del gruppo tecnico di lavoro composto da varie amministrazioni locali, a stretto contatto ed interscambiocon la struttura tecnica/amministrativa AgID.

La comunità sopra richiamata ha ricevuto un riconoscimento formale da parte di Agid che ha affermato:

Tra le azioni strategiche che l’AgID sta conducendo insieme ai partecipanti della “community” pagoPA si annovera l’iniziativa volta a promuovere il “riuso” delle piattaforme regionali di pagamento già esistenti. Pertanto sono stati attivati i gruppi di lavoro con le Regioni che, avendo già realizzato le piattaforme di pagamento a favore del proprio territorio, si sono rese disponibili a fare da punto di riferimento per la manutenzione e l’evoluzione delle varie piattaforme. I Gruppi che sono stati attivati sono quelli afferenti le piattaforme MyPay (Veneto, Puglia, Campania, PVA Trento, Città Metropolitana di Roma, Comune di Venezia e Lombardia in valutazione), IRIS (Toscana, Lazio, Umbria, Sardegna) e PAYER (Emilia Romagna, Marche, Calabria e in valutazione SORIS). Tali gruppi di collaborazione, partendo dal riuso della piattaforma pagamenti che decidono di adottare, si pongono gli obiettivi di:

  • comprimere significativamente tempi e costi per l’attivazione dei propri servizi di pagamento e di quelli delle altre amministrazioni da essi intermediate;
  • mettere a fattor comune esperienze e risorse per la manutenzione e lo sviluppo delle piattaforme utilizzate”  (Rapporto datato 30 giugno 2016 sull’adesione al Sistema dei pagamenti elettronici pagoPA da parte delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi – redatto da AgID ).

In quest’ottica la Città di Civitavecchia ha quindi aderito alla piattaforma di Città Metropolitana di Roma Capitale, nella convinzione che di poter in questo modo fornire un servizio utile e importante per i cittadini.